Un viaggio nei mondi fantastici attraverso i ‘Racconti incantati’ di Gloria Donati

Il libro protagonista nella rubrica ‘Io lo consiglio’ è un libro di genere fantastico. Si tratta del libro di Gloria Donati dal titolo ‘I racconti incantati’ che tratta di 15 brevi racconti impreziositi con immagini illustrate in bianco e nero. Ho avuto il piacere di leggerlo per poterlo recensire e devo dirvi che mi è piaciuto molto. All’interno di ogni storia il lettore può immedesimarsi in tutti i personaggi che si susseguono e le vicende sono molto avvincenti. Il testo è scritto in modo fluido ed il lettore ha piacere nel leggere ogni pagina del libro. I racconti di questo tipo lasciano davvero spazio all’immaginazione ed alla propria fantasia. La scrittrice è stata brava nello scrivere diverse storia uno dopo l’altra con dei testi brevi, semplici ma completi in tutto. Mi piacciono molto le descrizioni dei luoghi e dei personaggi che sono quasi reali e si possono addirittura toccare. Mi è piaciuta molto il racconto dal titolo ‘Le avventure oltre le pozzanghere’ perchè all’interno ho trovato una bellissima morale. Il racconto fa capire come non bisogna fermasi all’apparenza perchè molto spesso inganna e che ognuno di noi è speciale per quello che è. Ma non solo in ogni storia c’è un insegnamento che il lettore può trovare e fare proprio. Come ad esempio che per essere coraggiosi non bisogna essere per forza degli eroi ma semplicemente se stessi e tanti altri insegnamenti che non sto qui ad elencare perchè il libro dovete poi leggerlo anche voi. Lo consiglio perchè è un libro che lascia spazio alla propria immaginazione, rilassante e che può essere letto anche dai bambini o ai bambini.

LA TRAMA
Un viaggio nel regno meraviglioso e fantastico di Feirivord dove le creature del sogno vivono la loro storia in un mondo incantato che ha sempre qualcosa da insegnare a tutti noi. Un mondo magico è quello dove a volte ognuno di noi vorrebbe rifugiarsi. Un luogo senza tempo, dove a narrare le vicende è la voce della fantasia. Così basta lasciarsi trasportare dalle parole di questo libro per entrare in un mondo popolato di piccole fate colorate, folletti dai buffi cappelli appuntiti, elfi , alberi centenari parlanti, unicorni, ma anche streghe malefi che e crudeli. Vaghere- mo in luoghi fantastici, tra le terre del Sud e Ovesfalda, nel regno meraviglioso di Feirivord, dove il tempo scorre in modo diverso che sulla nostra Terra, oppure ci perderemo nella bellezza di boschi, castelli e vallate, dove le paure a volte corrono sul filo di antiche leggende. Dietro a ogni storia si celano insegnamenti e ogni racconto è un’occasione per riflettere sulla vita. Ogni cosa
è importante a suo modo piccola o grande, bella o brutta che sia, nel ciclo della vita ha un ruolo preciso e importante, non bisogna essere degli eroi per mostrare coraggio o essere importanti, basta essere se stessi, e ognuno è speciale per quello che è.

QUALCOSA SULL’AUTRICE
Gloria Donati è nata nel 1992 a Bracciano (RM). Si è laureata in Scienze dei Beni Culturali alla Tuscia e si è poi iscritta alla Magistrale a Roma Tre. Vincitrice del Servizio Civile Universale, è stata per un anno volontaria presso il Museo Napoleonico come accompagnatrice nelle visite. Ha partecipato a concorsi letterari ottenendo vari riconoscimenti: Centro culturale “Giuseppe Gioa- chino Belli”, Ibiscos, Cristian Enderson, Pontedera “Giovanni Gronchi” (primo premio ex-aequo negli anni 2006- 2010-2011, secondo premio ex-aequo nell’anno 2002), centro culturale “I giardini dell’anima” vincitrice del terzo premio per la festa della donna, Concorso letterario Giovanile “Roberto Bertelli” (due segnalazioni anno 2004-2005), partecipazione a Capit Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa Terzo Millennio Roma, concorso di narrativa e poesia “Franco Bargagna” (primo premio ex-aequo anno 2008). Ha pubblicato alcune poesie e storie e il libro fantasy Regno di Ehiart (Nep Edizioni, 2015).

Precedente 'Cupcake Club': un libro avvincente ed emozionante che scalda il cuore Successivo Busellato: "Preferirei giocare male ma vincere le partite"